Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: FRANCO PATONICO

Solitudine

Son qui, com'è qui l'insetto,
come il sasso e come il fiore,
nella quiete di quest'ore,
son qui solo al mio cospetto.

Questo cielo ancor sereno
sarà cupo e turbolento,
poi spazzato via dal vento
e squarciato dal baleno.

Quella valla rappezzata
è distesa fino al colle,
ma nel tempo delle zolle
sarà coltre violentata.

Tutt'intorno non c'è gente
testimone al mio sgomento:
per quel dì che sarò spento
lascio tutto o forse niente.

Cedo al mondo i miei difetti
con le ansie e con le noie
e a voi cari, le mie gioie
nello scrigno degli affetti.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: FRANCO PATONICO

    Commenti

    1
    postato da , il
    Belle quartine, in ottava rima.
    Musicale. Sentito il contenuto.
    Degna di nota.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:4.80 in 5 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti