Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO
Quante rose rosse sono sbocciate nel mio giardino
mentre il sole mattutino regala il suo dolce sorriso
chiudendosi nei piccoli boccioli che baciano la vita
di questo nuovo giorno di una primavera che ride.

La luce avanza in queste ore mattutine e di silenzio
mentre tante finestre sono ancora chiuse nell'attesa.
Si sente esplodere il grido del ritorno umano alla vita
insieme ai canti allegri e striduli di tanti uccelli felici.

Sembra che la natura mediti nella quiete del mattino:
le verdi foglie non si agitano per non svegliare il vento.
L'abbaiare di un piccolo cane mi richiama alla memoria
i ricordi di un paesino che svegliava l'alba del giorno.

Affacciato al balcone il rosso delle rose grandi e belle
mi riempiono di colore gli occhi e il profumo aleggia
nell'aria tiepida di questo mattino che saluta maggio
il mese dei fiori, comunioni e preghiere alla Mamma.
Composta venerdì 30 novembre 2018

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti