Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO
Il temporale si prepara lentamente lontano
da dove si abbatterà con furore.
Le nuvole da bianche diventano cenerine
poi si vestono di lutto.
Il vento le avvolge nel freddo e nel fuoco
con lampi e tuoni da spavento.
Tutti guardiamo in alto
per vedere il volto e la rabbia
di un cielo pieno di furore.

D'improvviso si ode un grido di guerra:
il cielo è squarciato da un fulmine
la potente luce del tuono.
È l'avviso che inizia la tempesta.
Gli animali si sono intanati
la gente si chiude in casa
i poveri sotto i ponti
o negli angoli dei portici.

Cade rapida e con forza la pioggia d'estate
con grandine che rompe frutta e raccolti.
Il vento sradica alberi interi come fuscelli
altri sono feriti perdendo le braccia
e il bel vestito di foglie verdi.
Le strade sono fiumi in piena
travolgendo programmi e pensieri.

Suonano sirene della polizia.
I pompieri strillano per alleggerire
paura, singhiozzi e vecchi brutti ricordi.
La battaglia fra cielo e terra
è durata un quarto d'ora
ma le lacrime e i sospiri
dureranno per ore ancora.
Composta mercoledì 11 luglio 2018

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti