Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Mauro Albani
Guardo il mare dal balcone
è notte fino all'orizzonte
nulla si può vedere.
Sono sempre in compagnia del mio dolore
il vento ancora schiaffeggia il mio viso ma già profumi di primavera si sentono nell'aria
i primi fiori mi colgono impreparato nel mio grigiore invernale.
Gioco con i pensieri che nel silenzio sono come conchiglie calpestate,
si sente il rumore nella testa
ma ecco una lampara rischiara la notte
avanza piano piano nel vento
mi distoglie dall'oblio e mi riconsegna alla vita.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Mauro Albani

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti