Questo sito contribuisce alla audience di

La strage turca

Nel fragile mondo,
in cui risiede il mio cuore,
continuo a peccare...
scivolando nel buio,
nell'abisso del mare!
goccia impotente che nulla potrà,
se non alterare la mente confusa;
delusa da gesta che non rendono grazia
a chi anela un sorriso,
ritrovandosi invece
un "ceffone" sul viso.

Oh!
assurda,
abietta azione.

Vanno lenti i passi miei
proseguendo stancamente
in quell'odio disarmante
sempre pronto ad accecare...
l'uomo misero ed imperfetto;
uomo accorto nel cercare
ciò che mai potrà trovare
"nei bisogni materiali,
nel guadagno che lo assilla,
nella guerra che lo uccide";
ignorando il vero senso,
sentimento terso e puro
di virtù così verace
che procura gioia e pace.

Quella pace ch'io vorrei:

per me stesso, per i miei;
per il mondo consumato,
per il mondo oltraggiato,
per quel figlio denigrato,
maltrattato, biasimato...
dalla stolta società...

... che alimenta la violenza,
senza un briciolo di clemenza.

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati