Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Duilio MARTINO

Lapidi lungo il fiume

Lo so! v'appare folle e stravagante
quell'ossessivo intento di scolpire
gelide lapidi ed amorfe rocce
sulle irte sponde del modesto fiume
(... guardiani d'un fluire irrilevante
... inutili le orecchie sulle rive...)

lo so! ho gli occhi rossi del mio sangue
graffian le schegge e sminuzzati grani
ho scorticato gli arti il cuore langue
la pece par che tenga le miei mani

(Non so a chi giova questo salassarmi!)
è un grattugiare l'anima straziante
su quell'impervio ed aspro suol montano
per dar sapore al nulla dominante
al vuoto che ripudio ancora invano

la mia terra stuprata
sbeffeggiata e poi scannata
da apolidi genieri del futuro
ghermita dilaniata e divorata
da corvi che si cibano del puro.
Composta mercoledì 20 luglio 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Duilio MARTINO
    Ha partecipato al concorso
    VIIº concorso letterario internazionale di PensieriParole

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti