Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Carlo Peparello

Haiti

Perché spazzi via ciò che esiste appena?
Quale occhio annebbiato ti guida?
Tutta questa furia per ricominciare il niente
l'energia catalizzata tra fantasmi e pena
Sei come una casalinga che spolvera il lucido
trascurando le ragnatele stantie, visibili
Non raccoglierai nemmeno cenere
Anche quella era stata impegnata già
Effimera chimica che ti genera
Lascia in pace chi non vuol essere visto
Tramonta per sempre
Solca terre spaccate dall'odio
Irrigate dal sangue e dalla cupidigia
Infliggi pure la tua punizione al reo
Consenti al sottomesso un alito di pace
Ora e per sempre.
Composta venerdì 15 gennaio 2010

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Carlo Peparello
    Dedica:
    Alle vittime di Haiti.

    Commenti

    3
    postato da , il
    Semplicemente Bella....Bravo
    2
    postato da , il
    grazie
    1
    postato da scheggia52, il
    Mi e' piacciuta molto: riuscire a descrivere una tragedia immane come quella di Haiti con versi cosi' reali ma molto belli, penso non si facile.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.43 in 7 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti