Questo sito contribuisce alla audience di

Il lucignolo

Esausta, corro incontro alla sera,
anche la nube nera soccombe;
al rientro mi sento anima nel grembo materno.

Non apro bocca, ho voglia del mio silenzio,
un fruscio s'apre nel veloce spoglio;
cedo all'acqua e già si debella la stanchezza.

Nella stanza la debole luce della luna,
l'osservo pare vetro smerigliato;
lascio aperta la finestra e accendo una candela,
comincio a mirar la fiamma in estasi di fuoco.

Man mano, il lucignolo s'allunga,
pare animato da un voler supremo;
galleggia nel suo limpido calor disciolto
abbandonando la vita di nero filo ritorto.
Composta nel aprile 2010

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati
    4
    postato da , il
    Grazie Chiara,difatti solo dentro casa ritrovo me stessa,spogliandomi della stanchezza.
    3
    postato da , il
    Bellissima descrizione poetica del vivere quotidiano quando viene sera.
    2
    postato da , il
    Grazie Klara,a me la stanchezza mi fa poetare.Un abbraccio a te ed al caro Bindo.
    1
    postato da , il
    è bellissima , brava!!!!!!!!

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati