Sogni privati al respiro di una madre

Che sarà di Te ora?
Ora che hai aperto gli occhi
ora che la realtà si affaccia
ora che non troverai più figli
a far sorridere i tuoi giorni.
Avrai ancora la forza di respirare,
di trovare ragioni per cui non mollare?
Riuscirà il dolore a trovare pace,
il tempo a sollevarti dal buio?
Che sarà di Te ora, madre?
Senza le vite che hai donato
senza attimi di Madre per cui gioire
senza giorni di futuro da rincorrere.
Che sarà di Te ora?
Ora che hanno al tuo cuore
strappato le radici
ucciso il respiro più bello
e della tua anima fatto ceneri.
Che sarà di Te ora?
Ora che tutto è stato perduto
dentro un mare di sangue e dolore,
ora che sei rimasta viva
a respirarne il sapore
in questa attesa primavera morta
in un giorno d'inverno.

Immagini con frasi

    Info

    Dedica:
    Ad Antonietta e a tutte le donne che, come lei, sono state private di un sogno.

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati
    Questo sito contribuisce alla audience di