Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Salvatore Orefice

Duttile Amante

Rimembro l'essenza di primavera
lei distesa sotto gli alberi in fiore
m'aspettava con un fremito al cuore
tutti i meriggi, sempre fino a sera

la cingevo, ma non pareva vera
era dea, mi rendeva adulatore
l'amavo, lei gioiva ed era fiera
e da me traeva tutto l'ardore

ora lei, non m'aspetta più ansiosa
come faceva fino a sera tarda
io ne soffro, ne soffro veramente

è ancora lei la cosa più preziosa
in questa monotona vita assurda
in questa vita di duttile amante.
Composta lunedì 6 agosto 2012

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Salvatore Orefice

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.00 in 2 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti