Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Gerlando Cacciatore

La Ninfomane

Eri lì,
in quell'orrendo carro;
portava in Via Gallo.
Eri lì,
con la tua apatia,
abbacando e obliando
di essere
una bulimia ninfomane.
Eri lì,
becera, megera, puttana.
Eri lì,
antropoide,
attenuando la tua mania
nel succhiare gli uomini,
con la tua sudiceria.
Sei lì,
in Via Gallo,
il tuo corpo bianco-giallo
miasma di sperma.
Gli uomini con orrore,
scappano
fiutando il tuo fetore.
Composta domenica 21 maggio 1972

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Gerlando Cacciatore
    Riferimento:
    È solo una poesia fatta in un momento in cui l'età non mi permetteva di vedere tutti i risvolti che questo mestiere comporta.
    È solo una poesia che si augura che gli uomini (come dice la poesia) possano scappare, (fiutando il fetore) dal proprio vizio. Vizio che porta spesso alla schiavitù della donna.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.60 in 5 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti