Questo sito contribuisce alla audience di

La stanza di Alberto

I muri parlavano si dicevano tutto!
Le fessure, le fessure erano le loro bocche
i pori respiravano anche il veleno, tutti
quanti gl'istanti s'amalgamavano: nella
stanza una luce nasceva e spirava.

Alberto, era fra quei muri il più silenzioso
le sue mani aprivano mondi d'argilla
compagna, arrivava a misurare
la scheggia solare.

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

    9
    postato da , il
    ci kredo! e tu lai saputo deskrivere meraviliosamente kn la tua poesia ... io nn ne sn kapace....il rikordo di ki nn ce piu' lo si amera' x sempre..ciau e bn domenika anke a te !
    8
    postato da , il
    ...hai fatto bene.Era un ragazzo meraviglioso.Un caro saluto e buona domenica!
    7
    postato da , il
    ti kapisko te lo giuro so ke vuoi dire..!  mi dispiace se avessi saputo nn tavrei domandato ma o sempre avuto la kuriosita' ki fosse lui nn lo so xke'..ti rikambio labbraccio....  la recita da rosa e bellissima..ciau !  🌷
    6
    postato da , il
    Silvia,Alberto era un poeta,un amico gentile e solitario,con il quale amavo stare.Scriveva frasi specialissime,fragilissime,tanto da sembrare fiori e poi,me le donava.Una recita: Rosa rosa senza spine e senza fine. La sua sua morte mi distrusse.Un abbraccio Silvia.
    5
    postato da , il
    angela ciau ^^ sn stata sempre kuriosa di sapere il poeta di kui parli ma senti pe kaso si kiama o kiamava vitolo di kognome? o letto delle poesie kn qsto nome e kognome ..bn giornata ^^ po essere ke mi sbaglio kmq ...

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati