Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Elisabetta

L'incontro de li sovrani

Bandiere e banderole,
penne e pennacchi ar vento,
un luccichìo d'argento
de bajonette ar sole,
e in mezzo a le fanfare
spara er cannone e pare
che t'arimbombi dentro.
Ched'è? chi se festeggia?
È un Re che, in mezzo ar mare,
su la fregata reggia
riceve un antro Re.
Ecco che se l'abbraccica,
ecco che lo sbaciucchia;
zitto, ché adesso parleno...
-Stai bene? - Grazzie. E te?
e la Reggina? - Allatta.
- E er Principino? - Succhia.
- E er popolo? - Se gratta.
- E er resto? - Va da sé...
- Benissimo! - Benone!
La Patria sta stranquilla;
annamo a colazzione... -

E er popolo lontano,
rimasto su la riva,
magna le nocchie e strilla:
- Evviva, evviva, evviva... -
E guarda la fregata
sur mare che sfavilla.
Composta martedì 13 dicembre 1988

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Elisabetta

    Commenti

    5
    postato da , il
    Ogni volta che mi  rileggo  Trilussa  è  uno schiaffo  ai  tempi  nostri.  La  sua  satira  sulla  vita  e  sulla  ignoranza  umana  sono  eccezzionali.
    4
    postato da , il
    ?? Scusate, ma che c'entra Philip Roth ??  : (
    3
    postato da , il
    Trilussa ....
    2
    postato da , il
    Grande Maestro Trilussa e non era facile fare della satira al suo tempo!!!
    1
    postato da , il
    ...staticità e movimento al contempo...
    E sullo sfondo...la fregata (anche nel senso di sottrazione all'ignaro (?) popolo...)...
    Cinismo di una bellezza pura...

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.06 in 18 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti