Questo sito contribuisce alla audience di
Sentieri sospesi

Poesie dal Libro:Sentieri sospesi

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.
Anno:
2010
Autore:
Carlo Peparello
Editore:
Boopen

Scritta da: Carlo Peparello

Non tornerà

Come l'immagine sbiadita di una vecchia foto
corrosa dal tempo non discerno che il volto
Immortalato il gesto noncurante
di una mamma che abbraccia l'infante
Erano fili di perle levigate da gioie fugaci
Nostalgie che incidono ricordi mordaci
che non muoiono con le lune morenti
creandosi lo spazio in questi lenti momenti
La memoria è figlia di ciò che non tornerà
ti risveglia dall'insana paura di ciò che avverrà
Non è il vile che rimpiange il passato
ma chi spera che il domani si tinga di ciò che è stato.
Composta mercoledì 18 agosto 2010
dal libro "Sentieri sospesi" di Carlo Peparello
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Carlo Peparello

    Rimani te stesso

    Non cambiare se qualcuno te lo chiede
    Evolvi tutto te stesso per appagamento
    non per compiacenza
    Non esitare solo perché gli altri arretrano
    Compi i tuoi passi anche col vento contrario
    Non giudicarti con severità dopo una critica
    I giudizi altrui sono sempre viziati
    Non snaturare il tuo modo di essere
    Chi non ti comprende ha le sue colpe
    Il mondo non è pronto per la verità
    La gente non è abituata al confronto
    La vita non regala premi alla sincerità
    Si ama il cibo genuino ma non le persone
    Il mondo demolisce l'estraneo
    Scansa il diverso
    Relega nell'indifferenza ciò che vorrebbe diventare
    Gli esempi non vanno più di moda.
    Composta mercoledì 18 agosto 2010
    dal libro "Sentieri sospesi" di Carlo Peparello
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Carlo Peparello

      Fuoco

      Vorrei bruciare i miei pensieri
      Vedere se purifica o distrugge
      Rimestare tra le ceneri
      e scoprire se ne rimane il senso
      Ricordi e sensazioni
      rimasugli di percezioni
      La mente elabora e dissolve
      E non rimane traccia alcuna
      Forse una sindone onirica
      Un'impronta in un tempo non più tuo.
      Composta domenica 18 luglio 2010
      dal libro "Sentieri sospesi" di Carlo Peparello
      Vota la poesia: Commenta