Scritta da: Stefano Floridia

Riflettendo tra le onde

Seduto su uno scoglio in riva al mare,
fisso l'orizzonte e provo a contemplare
lo scenario immenso
in un tiepido pomeriggio alla ricerca di un senso.

Senso di un domani che incombe alle mie spalle,
senso di un bimbo che sta diventando grande,
senso di un perché in cerca di una risposta,
senso di una scelta di cui non si conosce la posta

in palio emozioni, gioie, dolori,
attimi sbiaditi, altri a colori,
attimi di tempo da cogliere al volo,
volo di gabbiano in picchiata verso il molo.

Volo tra i ricordi, i mille pensieri,
mentre il mio oggi diventa già ieri,
trasportato dalle onde che s'infrangono sulle bagnarole,
accarezzato dalla luce, la luce del sole.

Luce riposta nel profondo del cuore,
cuore di colei in cui speri approdare,
approdare anche solo un istante e poi ripartire
come un marinaio spinto dal vento,
riscoprendo la forza, la forza che ho dentro.
Stefano Floridia
Composta venerdì 27 maggio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di