Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Spartaco Magi

Sentimenti di gloria

Scura di nuovo mi giunge
la volta celeste a sera
e tardo un motore spaventa
improvviso alle rane il canto,
poi, intenso, il profumo dei tigli
fra tutti è il più acuto e
nell'aria più fresca d'incanto
rapito e muto m'ammanto
di lumi infiniti e lontani
che sanno d'antico vanto,
che non è più oggi,
che non sarà domani.
Spartaco Magi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Spartaco Magi

    Futuro

    Noi siamo nell'aria bombe volanti,
    sull'onda del mare mine vaganti,
    dell'aquila forte abbiamo l'artiglio
    e sopra lo sguardo duro il cipiglio
    come l'acciaio il volto ci rende.

    Noi siamo nel cielo una stella che pende,
    che squarcia la volta celeste,
    la stella cadente che corre rapita,
    il tuono e il lampo sono la vita,
    e soli e signori dell'ora fuggente
    cogliamo sempre l'attimo puro,
    noi!
    Siamo il respiro dell'uomo futuro.
    Spartaco Magi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Spartaco Magi

      L'attimo

      Stavo da tempo cercando quello,
      travaglio penoso di molti,

      viandanti spediti e assorti,
      che ansioso fanno il domani,

      memori appena d'ieri còlti,
      fuggevoli all'attimo loro passante
      già vecchio appena arrivato.

      Eccolo invece venendo ardito
      se solo mi fermo attento,
      gustando l'ora che vale,

      l'attimo non consumato,
      dal volto giovane e amico,

      che pieno di vita mi rende
      al tempo altrimenti fugace.
      Spartaco Magi
      Vota la poesia: Commenta