Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silben
Che bello era rivederti
Dai riflessi
Sull'acqua cheta
Mentre Parlavamo
delle nostre speranze

Tra il fresco delle anemoni
E i gigli d acqua
Qualche onda s'accavallava mentre
Speravamo in
un domani migliore

E lo stagno evocava silenzi
D un tempo
Ormai passato

Esisterà una intercapedine
Tra me e te?
Dove giacere
Tra olezzi di fiori
Oramai appassiti e cartoline
Sbiadite?
Silvio Bene
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silben

    Tramonto

    Si spacca umida
    La terra rossa
    All imbrunire
    Tra i seni e le gambe tue

    Presto germoglierà pane
    Il biondo grano
    Che stringi nella mano
    Ma ancora il seme è verde
    Nella spiga ruvida

    Ingenui come due fiori
    Appena sbocciati
    La notte ci sorprende
    A parlar di noi

    E allora sbrigati
    A sussurrarmi il tuo amore
    In silenzio.
    Silvio Bene
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvio

      Inutili virgole

      Ho atteso che tutte le virgole
      fossero cadute per scriverti
      il mio amore senza rima
      detesto chi mi indica o insegna
      l'ordine in amore
      e nei miei pugni stretti
      questa mattina
      c'era una poesia di borgata
      di povere parole
      che volevo regalarti
      ma nel mio abbraccio
      e nei tuoi baci
      sono volate giù
      Come virgole inutili.
      Silvio Bene
      Composta lunedì 30 marzo 2015
      Vota la poesia: Commenta