Scritta da: Silvia

Sfuggente sei

Sfuggente sei, davanti ai miei occhi.
Sfuggente sei,, per le mie mani.
Toccami solo un istante, perché io senta che sei qui.
Associo volti ai tuoi occhi
Ma niente è anche lontanamente simile a te.
Sai di buono e il tuo sapore io l'ho rubato
Per assaggiarti ogni istante.
Perché tu non sei qui.
Mentre arriva la sera, io volo via
Provo a raggiungerti
E mille follie potrei fare per stringerti ancora una volta a me.
Tu aiutami ora a tenermi in equilibrio.
Tu aiutami a rendere queste lacrime meno amare.
Aiutami ti prego a non amarti.
Aiutami a non desiderare ancora la tua bocca sulla mia.
Perché io non so se ce la faccio.
Perché questo non era calcolato e brucia.
Sfuggente sei, mentre sento i tuoi passi sul cuore
Saluti da un vetro.... ed io non posso trattenerti.
Silvia Venturini
Composta giovedì 2 ottobre 2008
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di