Scritta da: Sara Spagnoletti

Credevo nelle fiabe

Ricordi?
Balenare di lampi
afa opprimente
sordo brontolare di tuono
nella torrida sera d'agosto.

Non una goccia cadde
a lavare il fango della strada.

Nel buio
suono di respiri affannati
mani tremanti...

Credevo nelle fiabe!

Non una goccia cadde
a lavare il fango della strada.

Ricordi?
Nel buio
colpi affrettati di cuori
labbra avide.

Credevo nelle fiabe!

Non una goccia cadde
a lavare il ricordo
di un incontro
inutile
a lungo atteso
a lungo vagheggiato.

Ora?

ora non credo più
nelle tue fiabe.
Sara Spagnoletti
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di