Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Bramante
Sognavo di te
e mille stelle
attraversavano
Il mio cielo...
Vivevo nelle illusioni
nelle flebili speranze...
Disegnavo il tuo volto
con colori dell'anima,
il pennello scorreva
guidato da una mano
che cercava la tua,
che dipingeva i tuoi tratti
per l'infinita voglia
di accarezzare il tuo viso.
E il cuore palpitava,
si aprivano i cieli
ed era sempre Primavera...
e tu, bella, correvi da me
e mi aprivi le braccia.
Quel tempo passato
Non tornerà più
Ma il suo ricordo
vivrà in me
incancellabile
ed eterno.
Salvatore Alessi
Vota la poesia: Commenta