Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Nicola Scarpa

Sognare, nato a Mirano (VE) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: SweetNovember

Dentro te

Perdermi
senza voglia di ritrovarmi
in quegl'occhi lontani
cinti
da fitti campi di grano
che profuman di vento,
umile spettatore
d'un regno ignoto
tra
emozioni di desideri svogliati
e
gocce di curiosità addormentate
con cui accarezzi
le ore in fiore
nella libertà sorpresa
di una farfalla
che volteggia
serena.
Nicola Scarpa
Composta sabato 28 agosto 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: SweetNovember

    Esser Goccia

    Come lacrima di sole
    ingenua sei
    ed ogni giorno
    annaffi
    il mio cuore puro
    e
    solitario
    rinascendo lucente
    in un caldo sorriso
    che natural fiorisce
    e
    mi consola.

    Come piccola goccia
    salata sei
    ma ogni giorno
    scendi dolce
    sui miei pensieri
    e
    scivoli
    in un fremito amaro
    bagnando seducente
    la mia colta
    anima.
    Nicola Scarpa
    Composta martedì 5 aprile 2005
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: SweetNovember

      Falò d'anime

      Frugando
      tra sussurri
      e
      polvere di stelle
      si diffonde
      dentro una notte
      affollata
      da linee ed ombre
      un destino viscoso.

      Tra delizie di sguardi
      tra alberi freddi
      s'incrociano
      secchi di spirito
      e
      fiamme antiche
      che avvolgono
      avide vite
      nell'eleganza
      di una giovinezza
      sperduta
      nell'eterno
      giardino dell'anima.
      Nicola Scarpa
      Composta venerdì 2 luglio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: SweetNovember

        L'ultimo Peta

        Interminabili spazi
        complici
        di arditi pensieri
        giacevano
        vuoti
        nella trama apparente
        di una memoria in bilico,
        senza mai gemiti
        ne fremiti.

        Improvvisa aritmia
        scuarciò dispotica
        il carico armonico
        di una sterile rabbia
        e
        in un solo momento
        fu frenesia infinita.

        Immensi spazi
        affollati
        di pensieri recisi
        implosero
        caotici
        nel cielo assordante
        di una memoria limite,
        senza più confini
        ne affetti.

        Silente
        un lampo interno
        gelido balenò
        e
        in un tempo nullo
        nessuno spazio libero
        fu più amico.

        Si distese
        un filo di vento
        unico ricamo che anticipa
        l'aurora dei ricordi,
        ultimo esile respiro
        assolo di singolarità
        che accompagna alla fine
        eterna
        l'intera mente sincrona.

        E nulla più occorse,
        immemore illucida
        agonia.
        Nicola Scarpa
        Composta venerdì 19 maggio 2006
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: SweetNovember

          Circolo chiuso

          Una lacrima di cera
          sfila sul suo volto
          e
          vedo la fine che si sofferma.

          Maledetto sospetto
          luce nera
          si stende sul cammino
          che ci stava davanti
          e
          ogni cosa ora è differente
          mentre
          i colori del nostro amore
          si confondono
          con il cielo.

          Siamo
          materia di sogni
          parte di un cerchio
          senza cuore.
          Nicola Scarpa
          Composta domenica 29 agosto 2010
          Vota la poesia: Commenta