Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Melina Altieri

Mio Padre

Frammenti di vita vissuta,
frammenti di vita perduta.
Reconditi ricordi, paure sepolte!...
Risalgono nella mente,
il tempo, niente ha cancellato!...
Gli anni passati in un grande silenzio
di ombre lontane, a volte vicine!...
Ricordo mio padre, un uomo piccino,
di bassa statura, ma di animo puro!
Un grande studioso, uomo parsimonioso!...
severo con tutti nella sua "regalità"...
Era un uomo con tante qualità!...
Mi voleva un gran bene
ma ciò, non alleviava le sue pene!...
Cercava sempre la sua bambina
appena si svegliava la mattina...
Ritornava a sera, mi dava un bacione
stringendomial suo petto con amore!...
Mi riempiva di cose belle
come tante caramelle.
Poi la vita l'ha portato via
e, non cè più stata la sua compagnia.
Ricordo quei frammenti!
Carp padre t'ho conosciuto poco
ma, l'amore che mi hai dato
è un frammento che è "durato"! ...

Tua figlia.
Melina Altieri
Composta mercoledì 8 giugno 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Melina Altieri

    Vita frenetica

    La gente oggi è "frenesia"
    va di fretta per la via,
    fare la spesa è un impresa.
    Anche lì c'è l'arrivismo
    si lotta con grande egoismo,
    si lotta a tutto spiano...
    non c'è rispetto per chi va piano!...
    c'è sempre folla in salumeria,
    la cosa non cambia in macelleria,
    chi arriva prima prende il posto
    che di sicuro non è predisposto!...
    Per l'ufficio postale
    la fila enorme devi fare,
    poco importa le condizioni,
    le invalidità, le cattive opzioni!...
    Devi tutto sopportare e,
    con pazienza superare.
    Con fatica e con dolore
    sogni la casa e il suo calore!...
    Si potrebbe vendere la "frenesia",
    se si mette un po' di fantasia,
    sarebbe un grande investimento
    spontaneo e, senza sfruttamento!
    Melina Altieri
    Composta mercoledì 8 giugno 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Melina Altieri
      Toc... toc... Sento bussare,
      è il dolore che vuole entrare,
      con una cartilaggine
      mi proteggo dalla tua immagine...

      Dal tuo ricordo
      che mai più scordo,
      sei andata via all'improvviso
      lasciando solo pianto sul mio viso!...

      Toc... toc... è inutile bussare,
      il dolore non deve entrare...
      Non voglio soffrire,
      perché non posso morire!...

      Non adesso... Perlomeno!
      Non posso venir meno,
      devo dare ancora tanto amore,
      perché sono un genitore!...

      Toc... toc... mille volte hai bussato,
      alla fine sei entrato!
      Butto via la cartilaggine
      e, tengo stretta la tua immagine!

      Non potrò mai dimenticare
      tutto l'amore che hai saputo dare!...

      Io... quel giorno ti ho cercata!...
      Ma, il dottore disse:...
      -Mi dispiace... Se né andata!... -

      c'è un vuoto nel mio cuore
      dove c'è nascosto il mio amore,
      "Mamma" ", cordone ombelicale
      che nessuno sa spiegare!...

      Gramdezza del nostro" Signore ",
      che è stato il" Creatore".
      Voglio pensarti al Suo fianco
      col viso sereno e, non più stanco!...
      Melina Altieri
      Composta giovedì 2 giugno 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Melina Altieri

        Forse

        Lontano con gli occhi della mente,
        avvolta in un limbo evanescente
        mi vieni incontro sorridendo...
        Mi abbracci, forse sto sognando!...
        Ti guardo con amore,
        ritorno al mio dolore...
        Mi chiedo dove sei, cosa fai?...
        Un giorno verrò dove tu sarai...
        Ti darò tutto l'amore del mondo,
        ti chiederò perdono dal più profondo!...
        Cosa posso fare per chetare l'anima,
        solo la notte sogno te, e sono in compagnia!...
        Poterti parlare, poterti accarezzare...
        Sarebbe troppo bello sperare!
        Ricordo i tuoi capelli bianchi,
        Un velo triste sui tuoi occhi stanchi...
        Che dolce poesia è la parola Mamma...
        Non c'è più pace nella vita mia,
        cerco te in ogni angolo, in ogni via...
        Forse in un limbo evanescente troverò la fiamma
        col dolce nome di "Mamma"...

        Senza titolo

        Perché devo lasciarti
        perché devo perderti!
        Quale malefica sorte
        mi porta verso la morte?...
        Melina Altieri
        Composta domenica 29 maggio 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Melina Altieri
          L'affitto
          l'affitto di una casa
          è ben poca cosa
          di fronte ad una realtà
          molto triste in verità!...
          Una nonna in affitto
          è di sicuro un buon profitto!...
          Va sfruttato all'infinito
          fino a che non è finito!...
          i genitori a lavorare
          e c'è il nipotino da guardare!...
          Alla fine della serata
          sei morta e già scannata...
          Per te non c'è riconoscenza,
          mentre hai sempre tanta pazienza,
          a giocare col bambino
          anche se è il tuo nipotino!
          Passa in fretta la giornata...
          Nonna, è pronta la poppata?...
          è la voce del padrone
          che mi sveglia dal torpore!...
          e, mi accorgo con rimpianto
          di aver perso sempre tanto!...
          Far la nonna a tempo pieno
          con l'amore grande e vero!...

          Riflessione

          Il presente non mi interessa
          perché non sono più la stessas!...
          Il futuro mi fa paura
          perché non mi sento sicura!...
          Il passato mi fa sognare,
          solo così riesco ad amare:.
          Melina Altieri
          Composta domenica 29 maggio 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Melina Altieri

            A' furtuna

            Chi è nate ca "furtune
            " nun reste "int'e mure,
            chi è nate ca" scalogne
            lè vene semp "à rogne!...
            A" ggente sfurtunate
            se' lament "à quann'è" nnate...
            Cerc "à pace c" à "nun ncè stà
            nemmene sì tà vuò accattà...
            A" sfurtune è classe "unica"
            ride "nfacci'à te che sei mitica...
            se' divert'à volontà
            te' riesce sempe acchiappà
            s' juoche' o" bancolotte
            faie fetecchie è ghiesc "à 'bbotte!...
            A" tavole "nun se' po" magnà,
            e "solde 'nu bastene pè campà!...
            'O signore furtunate
            è sultante 'nu blasonato!...
            campe" bbuon'à verità,
            ma, pur "isse à mort" addà "aspettà!...
            Melina Altieri
            Composta giovedì 19 maggio 2011
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Melina Altieri

              Ribellione

              Si dice sempre
              "l'erba marcia va levata"! ...
              Si dice che "è dannata"!
              Non credo a queste cose,
              perché amo anche le rose...
              Lo si trova nelle piante
              e qui nasce il proverbio,
              dove di luogo è l'avverbio!
              Tanta gente è malata...
              Anche quella va levata...
              La società non accetta
              questa triste realtà,
              non aiuta minimamente,
              passa oltre impunemente.
              Questa grande verità
              va levata senza pietà
              dalle piante e dal governo
              va levato il primo,
              di tutto il "Perno"!
              Melina Altieri
              Composta lunedì 16 maggio 2011
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Melina Altieri

                Il saluto

                È bello sentirsi dire "Buonasera",
                da un'amico che ti saluta e nulla spera!...
                Non c'è l'ipocrisia, c'è un mondo di bene e simpatia...
                Chi suscita questo sentimento
                ha dato tanto in un momento,
                la sua vita tempestosa
                alla fine l'ha resa meravigliosa!
                Allegra, umile e sorridente
                cerca di dare tanto alla gente...
                Lascia a casa le preoccupazioni,
                c'è sempre tempo per gli... Scossoni!
                Non conosce mai la fretta
                del suo tempo c'è sempre una fetta.
                Affidabile e sempre disponibile
                non risponde mai... non è possibile!
                Una volta era bella
                oggi, è solo offuscata stella...
                Ama tutta la gente
                anche quella impertinente!
                È bello sentirsi dire "Buonasera"
                perché ti fa in primavera,
                ti mette l'allegria nel cuore
                dove c'è già tanto amore!
                Melina Altieri
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Melina Altieri
                  Mamma mia bella,
                  eri per me la grande stella.
                  L'angelo invisibile protettore.
                  Innanzi al "Signore" né decanti l'amore.
                  Nel mio cuore ho la tua immagine.
                  Anela il mio animo di speranza.
                  Fatiscente il dolore mi prende,
                  irrora i miei occhi, infine comprende.
                  Odo lontano un passo felpato,
                  resto attonita e, vedo te nel passato!...
                  Eri bella dolcemente soave...
                  Nel grande prato fatto di luce
                  di una intensità fosforescente,
                  Intenso dolore, copiose lacrime,
                  con amore ti salutai...
                  Addio mamma addio!...
                  Figura evanescente!
                  Melina Altieri
                  Composta venerdì 13 maggio 2011
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Melina Altieri
                    La mente vaga
                    nello spazio di un mondo
                    infinito senza tempo,
                    l'angoscia di un mondo
                    lontano e, di una realtà
                    palpitante quasi esaltante.
                    Esuberanti sono i miei pensieri,
                    sogni di un mondo migliore,
                    laddove non ci saranno differenze.
                    Ode il mio cuore un
                    richiamo lontano,
                    mentre nell'anima scorre
                    un dolce triste ricordo!...
                    nella mente una piccola luce,
                    vedo un'sola, e sento nel
                    cyuore un brivido d'amore
                    un profumo di salsedine
                    e il canto di un gabbiano
                    che vola dal suo amore lontano...
                    Pensieri proibiti, mentre vola il gabbiano
                    solcando le limpide acque marine...
                    Và verso la libertà.
                    Mi coglie la nostalgia
                    amica perenne della vita mia.
                    Mi rivedo come la bella "Castellana
                    in un mondo di porcellana".
                    Melina Altieri
                    Composta venerdì 13 maggio 2011
                    Vota la poesia: Commenta