Questo sito contribuisce alla audience di

La morte

Ha bussato sulla mia spalla.
Le chiesi: "Cosa vuoi da me? "
Mi rispose: "Non temere,
non sono qui per te.
Voglio solo farti compagnia".
D'improvviso scomparve.
In quel sonno profondo
ricordo che la pensavo sempre.
Nuovamente la sento vicina.
Mi sorride e dice:
"Svegliati, io devo andare via da qui,
ma ricorda: io sono la Morte".
Maria Zanatta
Vota la poesia: Commenta

    Il Signore del vento

    Un soffio di vento
    e cogli ogni fiore che è sul tuo cammino.
    Freddo e senza pietà
    lasci dietro di te pianti e dolori.
    Chi sei tu
    che togli la gioia di vivere e di sognare?

    Strana creatura senza anima
    che non badi a cogliere quel fiore
    strappandolo alla terra con forza
    e non badi alle lacrime di mamma
    che piange sulla tomba bianca.

    Tu sei il Signore del vento.
    Maria Zanatta
    Vota la poesia: Commenta