Scritta da: MARCO CASTELLETTI

Io

Io uomo, maschera comica e tragica,
io vulnerabile e fragile, sospeso tra ciò che è e ciò che sarà,
io mistero irrisolto, domanda abbozzata e risposta taciuta,
io nato incredulo e cresciuto illuso,
io che mi dibatto disperatamente per evitare una morte non voluta,
io piedi per terra sguardo in avanti e testa tra le nuvole,
io che niente so di Dio e che soltanto qualcosa di me conosco,
io figlio di una terra splendida e severa,
io evanescente riflesso di luce del sole sull'acqua,
io.
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di