Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luigi Belliazzi

Doppio binario

La vita sospesa con gli anni che passano
Orizzonti negati da mai più certezze
Vidi fiorire stagioni morte
Aiuta a morire giorni qualunque
Sarà facile sfinimento la notte
Non chiederò l'assoluzione finale
Quali ricordi se i miei son solo belli
Solo a pensarci il cielo si oscura.
Luigi Belliazzi
Composta mercoledì 30 novembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luigi Belliazzi

    Ritmo circadiano

    Prigioniero cado nel sonno
    Unico appiglio di inebriante nulla
    Un disperato risveglio si apre alla luce
    Bianco che diventa grigio, grigio che scurisce ancora
    E le lacrime della pioggia piangono un inutile tramonto
    Giunge la sera immobile antipasto
    Di questo cadenzato scivolare via.
    Luigi Belliazzi
    Composta mercoledì 30 novembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luigi Belliazzi

      Vivere male

      Passi stanchi fendono la strada
      Tumultuosi pensieri sporcano ancora di più
      L'anima nera che tutto travolge
      Il futuro è un'altra giornata arraffata
      Il presente è l'abitudine a scivolare sempre più giù
      Nulla importa conta solo la tua cattiveria
      Che ti impedisce di vivere
      Che ti fa calpestare chi non merita il tuo rancore
      Sei sola sulla strada sei sola nel letto senza dolore
      I tuoi peccati non saranno mondati
      Ecco arriva la notte senza alba
      E vorresti godere del male invocato
      Ma intorno a te non hai nessuno
      Solo il fumo delle tue sigarette ti avvolgerà
      In una immonda spirale di odio.
      Luigi Belliazzi
      Composta lunedì 30 novembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Luigi Belliazzi

        Nuova vita

        Quando lui andò via decise di non piangere
        Non lo fece per debolezza né per rabbia
        Né per orgoglio, viscoso bitume dell'anima
        Diceva a se stessa che quella ferita non faceva male
        Che a sanguinare era solo la sua immagine riflessa dallo specchio
        Sì impose la negazione di ogni cedimento
        E la consapevolezza di sé la fece struggente di una bellezza nuova
        Nello sguardo tornato limpido
        Vide il riflesso del suo futuro
        Che riempì di gioia ogni spazio lasciato vuoto.
        Luigi Belliazzi
        Composta lunedì 30 novembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Luigi Belliazzi

          Speranza

          Quando l'ultimo rintocco sancirà l'epilogo
          Quando l'ultima lacrimevole stilla si asciugherà
          Un bagliore improvviso incendierà l'orizzonte
          Allora ci saranno lievi fruscii
          E nuvole bianche si rincorreranno
          Ed efebi danzatrici si muoveranno sullo sfondo
          L'anima sarà circondata da volanti veli
          Che la faranno levitare sempre più su
          In una spirale di soave beatitudine.
          Luigi Belliazzi
          Composta giovedì 30 novembre 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Luigi Belliazzi

            Occhi della mente

            Cos'è questa assenza destabilizzante
            Che toglie vita ai giorni
            Cos'è questa presenza incombente
            Che aggiunge inconsistenza all'oggi
            Orrido calembour dell'ostinato tentativo
            Di tirar fuori l'introverso percorso
            Di un'esistenza bloccata
            Che ancora assiste a giorni belli
            Che sa di non poter andare fino in fondo
            Perché sbloccarsi sarebbe per sempre
            Perché camminare sull'incerto crinale
            Porterebbe a cadere dalla parte sbagliata
            Perché da quel momento tornare indietro
            Sarebbe un viaggio senza ritorno.
            Luigi Belliazzi
            Composta giovedì 30 novembre 2017
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Luigi Belliazzi

              L'ultima parola

              Entrano sopiti per l'angusto uscio
              Freddo nel cuore dei dolenti
              Caldo il necessario destino
              Luci prima soffuse poi vampa abbagliante
              Lambiscono le fiamme ciò che più non duole
              Ossa scoppiettanti membra putrescenti viscere maleodoranti
              Tutto ciò che in vita si dilata poi si assottiglia
              L'umana parabola ordunque si rovescia
              Prima il perder peso parea benedizione
              È questo l'ultimo miracolo della cremazione.
              Luigi Belliazzi
              Composta mercoledì 30 novembre 2016
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Luigi Belliazzi

                Marò

                La bella notizia accese un lampo nei tuoi occhi
                Durò poco
                La tristezza di sapere appesantiva sempre più lo sguardo
                Perché lo hai fatto? Come hai potuto? Cosa succederà?
                Le tue domande non troveranno risposte consolatorie
                Pensi sempre a loro, certo avevano dei figli
                Certo qualcuno ancora piange
                Li hai sottratti ad una povertà viva
                In cambio di una morte famosa
                Adesso pensi che tornando a casa
                Tutto apparirà più lontano
                Ma il fragore di quel giorno
                Continuerà a riempire il silenzio delle tue notti.
                Luigi Belliazzi
                Composta domenica 30 novembre 2014
                Vota la poesia: Commenta