Poesie di Leonardo Omezzolli

Http://olkop.wordpress.com/, nato a Riva del Garda (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Kop
Cala cala cala
un altro
Lucido
Cristallo
Domenicale.
Cala cala cala
Un solo istante
e poi
dimenticare.
luci da quei suoni che
sento nella testa,
vibrano nel corpo
e in fin la mente
vede. E ancora
Cala cala cala
un altro
Lucido
Cristallo
Domenicale.
E poi
suoniribellisidepositanosulpleniluniostantiodiquestostagno-
-lacerodivertiginiesenzazioniesoticheinquestocorpoputrido-
vivoeancormorentecielodiun'estateormaipassata.
Cala cala cala
un altro
Lucido
Cristallo
Domenicale.
Cela nella notte della mente
una visione
celestiale.
e ancora
suoni,
odori,
sensazioni,
pustole e respiro di polmoni.
E poi.
suoniribellisidepositanosulpleniluniostantiodiquestostagno-
lacerodivertiginiesenzazioniesoticheinquestocorpoputrido-
vivoeancormorentecielodiun'estateormaipassata.
Cenere, e lapilli
Cenere, e lapilli
Cenere, e lapilli
Cenere, e lapilli
Cenere, e lapilli
Cenere, e lapilli.
sssssssssssssssh.
Leonardo Omezzolli
Composta martedì 16 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Kop
    Le mie labbra vogliono le tue
    e tu
    occhi di ghiaccio
    guardi a un amore che non c'è.
    Voglio il tuo corpo e lo voglio ora.

    Del tempo che fugge poco m'importa.
    Tu
    sola
    questo momento puoi riempire
    e questo momento
    agogno e bramo.
    Le tue labbra sulle mie.
    Leonardo Omezzolli
    Composta mercoledì 4 aprile 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Kop

      Poeta che ascolta una rossa cascata

      Scende a gorgoglii nel calice
      e mi risuona il suon de la cascata
      ove il sogno riecheggia felice
      confuso dalla nebbia incantata.

      E in questo mondo vedo il duplice
      volere della verità cantata.
      Mi affido a Bacco, il qual, complice
      riempie le menti di conoscenza malata

      per creare in noi visioni diverse
      che prendono spunto dalle emozioni
      sentite nell'oggi e per sempre perse

      poiché in quell'attimo fugace vive
      il ricordo di un futuro che il presente
      mostra nel proprio animo e in fin scrive.
      Leonardo Omezzolli
      Composta sabato 23 novembre 1991
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di