Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Guido Catalano

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Ilaria Sansò
Vuoi sapere perché mi piaci?
Vuoi mica sapere tutti i perché mi piaci?
Ti andrebbe di saperli gli undici motivi che mi piaci?
A me piace farti l'elenco
dei motivi
che sono undici
che mi piaci:
uno, gli occhi, hai gli occhi carini
due, la faccia, mi piace guardartela
tre, i capelli, non si capisce mai il colore
quattro, i vestiti, ti vesti strana
cinque, il corpo, anche se gli strani vestiti
che ti metti, un po' lo nascondono
ma penso che sia bello, come corpo
sei, come mi guardi, che ha a che fare coi tuoi
occhi ma è anche un modo particolare, sembra
che ridano i tuoi occhi e nel contempo mi guardi
scusa la parola, in modo sexi, il che è difficile ridere
e guardare i modo sexi
sette, le tue labbra, hanno un buon sapore
otto, il tuo nome, che non posso dire in questa sede ma mi
piace ripeterlo quando ti parlo, poi sei la prima ragazza
con questo nome
nove, non hai paura
dieci, ho la strana sensazione che quando ti parlo tu mi ascolti
undici, e concludo, non si capisce se ti sei persa o sai dove vai,
in ogni caso un pezzino di strada insieme lo faccio volentieri.
Guido Catalano
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandro Rossini

    Piccole cose di poco conto

    Vivo a due ore dal mare
    e se ci penso non so niente del mare.
    Sono nato a due ore dal mare e vivo a un'ora
    dalle montagne, in un'ora posso raggiungere
    le montagne.
    E vivo a un quarto d'ora da te,
    sette minuti in bici,
    cinque, saltellando tra i tetti.
    Dici
    che hai un debole per me.
    Viviamo a due ore dal mare
    ad una dalle montagne.
    Non ho voglia di mare
    non so nulla della montagna
    avrei voglia di venirti a trovare.
    Niente di che
    riposarmiti un poco addosso
    sentirti raccontare piccole cose di poco conto
    bere un tè
    se ci scappa
    un bacio.
    Guido Catalano
    Composta lunedì 24 novembre 2014
    Vota la poesia: Commenta