Questo sito contribuisce alla audience di

Natura

Deboli suoni di boschi incontaminati.
Con impalpabili emozioni osservo cascate,
ascolto la sera e non oso fiatare.
Poi respiri profondi.
Giochi di colori fanno contorno a grigie rocce.
Solide rocce,
scolpite da azzurre acque e accarezzate da fresco vento.
Una coppia di foglie cadute prematuramente mi saluta,
avventurandosi poi verso l'ignoto.
È tutto intorno a me.
Giuliano Zordan
Composta martedì 15 settembre 2015
Vota la poesia: Commenta