Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Girolamo Meneghesso
Quante volte, padre, siamo giunti alle soglie della morte?

Sempre assieme!

La mia mano ti traeva via
ti rubava alla notte senza fine
ancora una volta!

Gli occhi, uguali, si cercavano frenetici
ricordi?
Le mani trasmettevano fremiti vitali
ancora una volta

padre ci sono io con te
non ti lascio
non lasciarmi
che farò senza te?
Che farai senza me?
Ancora una volta!
Ancora una volta!

Quel giorno persi la presa
forse stanco
fu un attimo
gridai.
Ricordi?
Ancora una volta!

Stai con me!
Ancora una volta!

Rispondi padre
ancora una volta

che farò senza te?
Girolamo Meneghesso
Vota la poesia: Commenta