Scritta da: Alessia Porta

Le tue mani

Navigo in un torbido mare salato di solitudine
alla ricerca di un'isola d'amore,
la luna si nasconde tra le montagne velate di nebbia,
cerco in queste acque la mia immagine
specchio della mia anima di mendicante,
chiedo pietà in cambio di amore,
la mia voce si perde nel vento,
Tu non mi ascolti,
il tuo cuore insegue un sogno proibito,
le tue mani sono chiuse per non perderlo,
vorrei accarezzarti con un sorriso,
le tue labbra si schiudono al volare di una farfalla,
le tue mani si aprono per inseguirla,
non ti accorgi che il sogno è svanito come il bagliore
di una stella cadente.
Franco Porta
Composta martedì 30 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di