Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: F. Tornabene

Non preoccuparti...

Quelli come me,
sono nella notte che non vedi,
dove il freddo non trova fine
e la fame si sazia,
solo con l'angoscia...
Quelli come me,
sono dove non guardi mai,
perché non conviene,
dove anche volendo,
il tuo sguardo non sa arrivare,
è troppo in fondo...
Quelli come me,
sono soli anche in mezzo a tanti,
nessuno vuole la verità,
solo comode bugie,
per non sporcare la coscienza,
qualche bel giudizio,
ogni tanto qualche bel "in fondo è una sua scelta"
e infine un po' di compassione,
per lavare via tutto...
Quelli come me non sono un cognome,
un indirizzo o un numero di conto,
sono quello che gli è rimasto dentro,
ogni tanto tolgono qualche scarto ormai inutile
e vivono di ciò che resta.
Quelli come me non sono come te,
ma tu dormi tranquilla...
Dio x noi non ha creato scale...
Fabio Tornabene
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: F. Tornabene

    Voglio una carezza...

    Voglio una carezza,
    Fatta di una madre
    Persa per strada,
    La voglio fatta di mille colori
    E di vere emozioni.
    Voglio una carezza
    Per riempire il vuoto
    Con la forma dell'amore,
    Che mi faccia riposare.
    Voglio una carezza
    Che non si può chiedere
    Nemmeno prendere o sognare...
    Voglio una carezza
    Che si può solo dare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: F. Tornabene

      È solo nebbia...

      Ti senti vivo,
      Ma non ricordi cosa sia la vita,
      Provi a muovere i primi passi e cadi,
      Come fosse la prima volta,
      Vorresti alzarti e correre verso il destino,
      Ma ancora a stento ti sollevi da terra.
      Sai di essere parte della vita,
      Ma non conosci il tuo ruolo.
      Che tu sia una comparsa...?
      No... lo escludo.
      Penso invece a tè come protagonista,
      Della vita o di un amore,
      Non lo so,
      Sicuramente qualcosa in qui credere.
      Se ora non riesci a rialzarti,
      Forse è perché non vedi dove andare,
      Non preoccuparti non è colpa tua,
      È solo un po' di nebbia,
      Può esserti nemica e nasconderti la via
      Oppure amica e nasconderti ai nemici.
      Scegli il tuo ruolo,
      Ma fallo in fretta,
      È solo nebbia e prima o poi scompare...
      Fabio Tornabene
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: F. Tornabene

        E tremo...

        E tremo e mi trema la voce, cazzo...
        ogni emozione è una botta
        e tremo, tremo forte,
        troppe cose tutte insieme,
        tu, io, la vita,
        cazzo non smetto di tremare,
        tuoni e lampi,
        tu sei li sola,
        quasi a chiedere,
        no a elemosinare,
        una sola delle mie emozioni,
        ma cazzo io tremo
        ho dentro un mondo,
        in qui vorrei farti vivere,
        per essere felice,
        ma tremo, non ci riesco,
        vuoi ciò che in me abbonda,
        io ti sento respirare,
        e grido, pazzo, infuriato,
        ma sei troppo lontana
        io tremo
        i tuoi occhi scivolano via da me.
        Fabio Tornabene
        Vota la poesia: Commenta