Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: minù64

Madre

Una donna vidi ricurva su una tomba,
una giovane donna.
Piange e si dispera.
Sarà la tomba, della madre, del padre, dell'amor perduto.
Coi pugni stretti, la testa reclina, piange.
Curiosa mi avvicino
Chi sarà mai che gli dà tanta disperazione?
Ho! qual tristezza mi viene in cuore è
un bimbo.
O signore, per quale motivo privasti questa donna
di tal felicità?
Quale cosa più dolce è bella può essere
per una donna il nome madre.
Elina Blanco
Composta sabato 2 ottobre 1982
Vota la poesia: Commenta