Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Edvania Paes
C'è un caos nella mia scrivania
C'è un caos nel mio Pc
C'è un caos nella mia vita
Un caos dentro di me.

Mi sento stanca
Stanca di essere forte
Stanca di credere
Di sperare ed aspettare
Stanca di Amori
che non so vivere
Della libertà che non ho
imprigionata negli alibi stupidi
che costruisco ogni giorno
Stanca addirittura
del mio sognare

Ho bisogno di riposare
Concedermi alla debolezza
Raccogliere le mie ali
Chiudere gli occhi
Fermarmi
Dimenticare.
Edvania Paes
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Edvania Paes
    Che senso può avere conservare il fisico
    mentre l'anima si deteriora a vista d'occhio?
    Piuttosto manteniamo integra la nostra anima
    anche se il fisico si sta sbriciolando.
    Perché il corpo non ha potere su l'anima
    ma ben si, l'anima sul corpo.
    Il corpo è destinato a perire
    mentre l'anima è l'unica parte di noi
    che rimarrà in eterno
    nella mente e nel cuore dei nostri affetti.
    Edvania Paes
    Composta domenica 24 giugno 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Edvania Paes
      Anima mia!
      In quale tenebre
      ti nascondi?
      C'è tanta luce
      qui fuori
      Cos'è che ti fa
      così tanta paura?
      esci allo scoperto
      sconfiggi i tuoi dubbi
      prova a crederci (mi)
      denudati l'anima
      lascia che
      i tuoi odori
      mi dirompino
      regalami la musica
      della tua voce
      sfiora il mio corpo
      e invadimi l'anima
      fammi attraversare
      ancora una volta
      i portali del ignoto
      rompi le dighe
      illumina la mia strada
      attraversa le montagne
      raggiungi il mio sguardo.
      nel silenzio del mio cuore
      c'è un grido insistente
      il tuo nome.
      Edvania Paes
      Composta giovedì 21 giugno 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Edvania Paes
        Stamattina non ho rifatto il letto
        non volevo spostare i cuscini
        volevo sognare che eri li
        e ti lasciavo dormire ancora un po
        non volevo nemmeno alzarmi
        per far finta di averti ancora vicino
        volevo rientrare e rivederti
        ancora che dormivi
        ma col passare delle ore
        mi son resa conto
        più vicino, non potevi stare
        perché sei sempre nei miei pensieri
        e dentro il mio cuore
        sei la mia anima.
        Edvania Paes
        Composta mercoledì 1 agosto 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Edvania Paes
          Portale via
          Via da me
          Quelle stupide
          Parole sdolcinate
          Che corrodono
          più del acido
          Quei sospiri
          D'aria calda
          Che gelano
          Più della neve

          Portale via
          Via da me
          Quelle mani sicure
          Che non toccano
          Quelli occhi attenti
          Che non vedono
          Quelle labbra morbide
          Che pungono

          Portale via
          Via da me
          Le nostre notti insonni
          Portali via
          Via da me
          I nostri castelli di sabbia
          Portati via
          Portati via da me
          Esci da questa gabbia.
          Edvania Paes
          Composta lunedì 7 gennaio 2013
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Edvania Paes
            Qualcuno ha perso le parole
            Qualcun'altro è rimasto senza
            c'è chi non le trova
            e anche chi non ne ha bisogno
            Ma poi c'è chi ne ha già detto talmente tante
            che un minimo pensiero
            diventa un rumore assordante
            Il batter d'ali d'una farfalla
            Fa sembrare un terremoto
            Allora vuole solo stare al buio
            Sentire il silenzio
            Dimenticare ogni suono
            Morire
            o rinascere.
            Edvania Paes
            Composta martedì 12 febbraio 2013
            Vota la poesia: Commenta