Poesie di Dario Motti

Nato venerdì 1 settembre 1950 a milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Umorismo.

Scritta da: dax

Autunno

Cielo grigio sulla dolce pianura
nella terra vecchia amica
un coniglio scava la sua tana senza paura

Già nell'aria si sente arrivare
il rigore dell'inverno
ma il passero nel suo nido continua cinguettare

Scorre l'acqua al suo cammino
gorgogliando allegramente
trascinando per il suo destino
la speranza della gente.
Dario Motti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: dax

    Primavera

    Sui nostri campi
    il grano tinge la terra
    d'un verde pallido e vivo

    Germinato è lo stelo
    mentre le radici
    bevono la linfa della terra

    Nel cielo ventoso sciamano
    mugoli d'insetti e le rondini
    si tuffano dai tetti
    scivolando nell'aria frizzante

    Nella stalla partorisce
    la giumenta: una nuova vita.
    Dario Motti
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: dax

      Travagliare

      Quando la Mamma ci guarderà forte
      il suo sorriso scaccerà la morte

      Spariranno i cattivi pensieri le debolezze
      delle nostre anime recupererà le bellezze

      Ci insegnerà ad amare i nostri fratelli
      anche quelli che hanno caricato
      le spalle di pesanti fardelli

      La paura sparirà dai nostri pensieri
      varcando felici la porta dei cieli

      Troveremo i nostri cari
      che un tempo lasciammo
      i padri le madri
      e tutti coloro che non conoscemmo

      Ci diranno sinceri
      orsù stai contento il male è sconfitto
      tu non sei più quello che eri

      il tempo è finito
      la materia pesante passata
      su questo pianeta la spirituale
      vita sarà in eterno inalterata

      C'è tanto travaglio da espletare
      per dare ai viventi laggiù
      qualcosa in cui sperare

      Ai nostri pesanti fratelli
      insegneremo ad amare
      chi li odia sopratutto proprio quelli

      Ameranno il fiume le pietre del greto
      gli alberi il rondone che vola lieto

      Questo è il compito
      di noi anime elevate
      cui la misericordia
      di Dio ci ha consacrate.
      Dario Motti
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: dax

        Gioventù

        Il colore selvaggio dei tuoi occhi
        occhi di cerbiatta radiosi

        Nuda corri nel bosco
        ridendo tra gli alberi
        che t'abbracciano con i loro
        verdi rami coprendo
        scoprendo la tua nudità acerba

        Nel bosco corri felice
        saltando fossi tronchi caduti
        ridendo illusa dalla felicità

        Gioventù che corri nel bosco
        del tempo ignara del futuro
        mia povera gioventù sciupata
        dimenticata nel bosco ombroso della vita.
        Dario Motti
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di