Scritta da: Claudio Cassani

Ti vedo Angelo mio

Un'altra notte passata e tu non ci sei più
Il letto sgualcito sà ancora di te,
Guardo la tua impronta rimasta sul cuscino,

Sei partita spazzando via tutto come un vortice
I ricordi no, li tengo stretti nella
Mia mente come perle nell'ostriche

È impossibile dire basta, è impossibile rinunciare
Assicurami che mi sveglierò a fianco a te,
Dimmi che domani è un giorno nuovo per sognare
Dammi una speranza, un tesoro in fondo all'arcobaleno
Un mondo di luci

Un'altra notte passata a pensare te
Il volto che le lacrime hanno rigato
Mi fa male come i graffi di un gatto

Sapevi regalarmi l'infinito, sapevi essere come nessuna,
Guardavi la vita con gli occhi di una madre che ha di fronte il figlio,
Niente più come prima, niente! e così sia

È impossibile dire basta, è impossibile rinunciare
Assicurami che mi sveglierò a fianco a te,
Dimmi che nulla è come sembra, che aprirai gli occhi!
Dammi una speranza, l'alba del mattino
Una vita a colori

Un'altra notte passata e tu mi guardi da lassù
Ti chiedo un sogno, solo un sogno per poterti baciare
Vorrei che le stelle camminassero sull'acqua
Perché solo così io sarò felice, voglio sognare, ti vedo Angelo mio.
Claudio Cassani
Composta lunedì 27 dicembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di