Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Chiara Bassi

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Chiara Bassi
A te
Rincorrendo emozioni labili come battiti d'ali
ho conosciuto una drogata affamata della dose che crede ultima.
Consumando attimi veloci come attese vuote
ho parlato, pensato e penato inutilmente.
Sezionando piccoli uomini come carne cruda
ho donato amore rubando niente.
E poi tu,
e le leggi incoerenti del tempo
hanno trovato improvvisamente il senso
ed i sogni non più sogni
hanno richiesto colori nuovi.
Chiara Bassi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Chiara Bassi

    Fumo di sigaretta

    Respiri lenti affondano nell'estasi
    di uno sguardo dolce del presente che viene dal passato
    l'amore si tinge d'abbandono
    ed una nebbia di sensazioni offusca la luce fioca della nostra stanza.

    Il tempo ha leggi talmente incoerenti
    da tramutare un singolo istante
    nello scorrere fiducioso degli anni.

    Stai tessendo il mio futuro con le tue attenzioni
    ed io sarò la ninfa che inebrierà i tuoi pensieri
    di un canto incessante che ha rubato i suoi suoni alla natura
    ti proteggerò chiedendoti in cambio solo dell'ottimo miele
    l'alloro perderà così ogni suo significato di gloria
    e tu, Apollo, non dovrai mai mendicare un mio bacio.
    Chiara Bassi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Chiara Bassi

      Sulla felicità

      Godere della conquista tanto agognata negli anni
      è un concetto talmente banale
      da definirsi, in modo dispregiativo,
      normale.

      La bellezza della semplicità si è ormai persa in ogni tendenza.
      Non c'è artista che la vorrebbe nella recensione di una sua opera.
      Non c'è uomo che la vorrebbe nella recensione della sua vita.
      Non c'è eroe che la vorrebbe nella recensione di una sua impresa.

      Ma non è forse deliziosamente normale godere della semplicità di un attimo?
      Chiara Bassi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Chiara Bassi

        La vecchiaia come concezione estetica

        Cercare una vita la strada che conduce alla risposta più alta della nostra esistenza...
        (Cercare...)

        Raggiungere un equilibrio apparente basato sulle canoniche leggi di una società che fa della corruzione la propria forza...
        (Trovare...)

        Una lotta continua contro il trascorrere del tempo, in una vita ove le uniche rughe tollerate sono quelle che non si vedono...
        (Lottare...)

        Nelle austere leggi di una morale che nei millenni ha cambiato le sue forme per rimanere intatta in ogni suo contenuto, la pelle levigata di una donna ormai tramontata cela nuove forme...
        Perché invecchiare?
        Noi non sentiamo la stanchezza che ci percuote da millenni...
        Il nostro corpo non può rivelare il nostro essere...
        Il nostro corpo non deve rivelare il nostro essere...
        Perché invecchiare?
        Nell'era delle nuove tecnologie la cosmesi offre una giovinezza apparente, se te la puoi comprare...

        Ma per l'apparente giovinezza dell'uomo contemporaneo è valsa la morte degli antichi eroi?
        Chiara Bassi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Chiara Bassi

          Domani

          Rincorrerò il pensiero di te ancora per un giorno
          io, marionetta d'origine tra le tue mani
          saprò indossare ogni personaggio
          inutilmente continuerò a sorridere
          mi muoverò lentamente o vorticosamente
          guidata da ogni tuo gesto.

          Oggi salgo su un palco che non mi appartiene
          sperando che il gobbo continui a suggerirmi
          le parole che non posso dirti
          sorvegliando, dal centro della scena,
          ogni tuo attimo di vita
          osservandomi nelle tue abitudini.

          Sarò la bambina coi tuoi capelli tra le mani
          li accarezzerò quasi fossero i baci mai dati
          di questi ultimi vent'anni
          trascorsi omettendo le parole dolci e sensuali
          che mi suggerì un tempo il vecchio marinaio
          che ancora non aveva conosciuto mare
          rincorrendo quel pensiero ancora per un giorno.
          Chiara Bassi
          Vota la poesia: Commenta