Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Carmelo Mastroeni

Albergo cuore

Ho una strana
impressione,
credo
che il mio cuore
sia diventato
un albergo.

Le quali stanze
sono state
occupate tutte
da te,
in una remota ma
ancor vicina
ide di settembre.

Oggi c'è
chi entra
ed esce,
ma tu sei
tra coloro
che si trattengono.

Ed anche
se dovessi allontanarti
per il bridge
o per la vuelta,
fa pure.

Qui le lenzuola
sono nuove,
e le tovaglie
da bagno
sono pronte
ad avvolgere
il tuo corpo
ionico,
bagnato
da una sorgiva
che sgorga
da un monte chiamato
amore.
Carmelo Mastroeni
Vota la poesia: Commenta