Le migliori poesie di Carlo Peparello

IT Manager, nato lunedì 22 luglio 1974 a Roma
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Carlo Peparello

Un Fiore

Ti regalo un fiore per ogni promessa mantenuta
per ogni esperienza con te condivisa e vissuta
Un fiore per ogni desiderio esaudito
per tutte le volte che al volo mi hai capito
Un fiore per tutte le volte che mi hai perdonato
per ogni sole che mi hai regalato
Un fiore per ogni tuo gesto spassionato
per ogni incomprensione che hai gettato nel passato
Un fiore per ogni tua lacrima asciugatasi in fretta
per il tuo modo semplice di essere perfetta
Un fiore per non farti mai dimenticare
che basta un tramonto e uno scorcio di mare
e un fiore al momento giusto tra le tue mani
per rendere unico il nostro domani.
Carlo Peparello
Composta domenica 19 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Carlo Peparello

    Chi non deve vergognarsi di nulla

    Se chi ti conosce non ti riconosce più
    TI SEI PLASMATO
    Se hai imparato a chiedere scusa
    TI SEI MIGLIORATO
    Se hai compiuto passi che prima rimandavi
    TI SEI EVOLUTO
    Se ti sei prestato ad azioni che prima fuggivi
    TI SEI VOTATO
    Se hai fatto tue le difficoltà altrui
    TI SEI APERTO
    Se hai fatto tutto questo per una persona sola
    TI SEI INNAMORATO
    Se questa persona non ha apprezzato
    TI SEI BRUCIATO
    Se non hai rubato ma dato
    SEI CRESCIUTO E GUARDERAI AVANTI.
    Carlo Peparello
    Composta sabato 13 novembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Carlo Peparello

      Haiti

      Perché spazzi via ciò che esiste appena?
      Quale occhio annebbiato ti guida?
      Tutta questa furia per ricominciare il niente
      l'energia catalizzata tra fantasmi e pena
      Sei come una casalinga che spolvera il lucido
      trascurando le ragnatele stantie, visibili
      Non raccoglierai nemmeno cenere
      Anche quella era stata impegnata già
      Effimera chimica che ti genera
      Lascia in pace chi non vuol essere visto
      Tramonta per sempre
      Solca terre spaccate dall'odio
      Irrigate dal sangue e dalla cupidigia
      Infliggi pure la tua punizione al reo
      Consenti al sottomesso un alito di pace
      Ora e per sempre.
      Carlo Peparello
      Composta venerdì 15 gennaio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Carlo Peparello

        A mezz'aria

        Ci si sveglia consapevoli che esiste
        Si chiudono gli occhi col rimpianto
        Un altro giorno speso a cercarla
        Un nuovo domani di buoni propositi
        Eppure esiste quell'anima lontana
        Da qualche parte fa la fortuna di chi incrocia
        Senza saperlo impollina di grazia il mondo intero
        Battezza col sorriso più vergine ogni angolo di buio
        Poi eccola venirti incontro, dapprima un'ombra o un'aura
        Riesci a focalizzarla con l'anima e non credi esista davvero
        Poi ti parla, ne percepisci il valore e la spontaneità
        i preziosismi naturali di chi non ostenta
        e ti chiedi se in fondo meriti il suo tempo
        Avido e incosciente divori la sua luce e femminilità
        e poco importa il perché o il per come
        Benedici l'attimo che ti ha congiunto a lei
        ... pregando che non sia l'ultimo.
        Carlo Peparello
        Composta venerdì 30 aprile 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Carlo Peparello

          Souvenir

          Non basta il ricordo per conservare una esperienza
          serve una foto, l'oggetto da mettere sulla credenza
          Immortalare quell'istante in quel posto lontano
          dove senza vergogna cercavi la sua mano
          fermare per sempre una folla sconosciuta
          un tramonto straniero o una sana bevuta
          Un abbraccio con l'amico mai più rivisto
          lontano ormai anni per colpa o imprevisto
          Sfogliare quell'album dimenticato
          pagina dopo pagina la storia dell'amore passato
          Sono tanti souvenir di grigi pensieri, scintille di memoria
          Opachi riflessi di cose che ormai sono storia...
          Carlo Peparello
          Composta lunedì 11 gennaio 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di