Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Angelo Mirra

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.

Scritta da: Angelo Mirra
Nel quotidiano, esistono persone che riescono a far sentire il calore di un abbraccio, senza toccarvi. Altri soggetti che dopo avervi stretto la mano, la ritraggono velocemente. Distinti signori che vi evitano, volgendo lo sguardo altrove. Individui non meglio identificati, che con una piccola parola, vi dimostrano molto interesse. Anime grigie inconsapevoli, che mediante un gesto naturale, ora allargano, ora stringono, il loro grado di attenzione.
Angelo Mirra
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Angelo Mirra
    I tre rintocchi inesorabili. Il carro funebre: una presenza effimera, al pari di un'onda marina, che quando arriva sulla battigia infrange ogni cosa; ma poi si ritira portando via tutto. Così quel mezzo silenzioso, giungendo sul sagrato, scandisce l'inizio della fine. Al temine della funzione religiosa, il carro nella sua immobilità, fagocita la salma e tutte le lacrime presenti. Poi l'ultimo rintocco. Quel pachiderma scuro, colmo d'oblio, riparte scollegando l'account del defunto dal browser dei viventi. Il congiunto rimasto solo, bagnato dai ricordi, rimane aggrappato a quel taccuino, afflitto di firme doloranti.
    Angelo Mirra
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Angelo Mirra
      Vi sono storie che si possono osservare solo da lontano, e la ragione è soltanto fisica: la pupilla ora si allarga, ora si restringe, in funzione della luce a cui è sottoposta. Solo il tempo potrà mettere a fuoco il bagliore che emana una persona speciale. Poche le alternative: nel breve è possibile tendere l'orecchio, per ascoltarne il battito del cuore. Oppure, quando costei, nuda, salirà in cielo, potrai mirarla per l'eternità nel buio della notte. Stella d'autunno.
      Angelo Mirra
      Vota la poesia: Commenta