Scritta da: fioredibambù

Il mio caro libro

Sfoglio il mio caro libro
e ascolto ogni suo respiro
nel peso dell'aria
fragore di pagina
lento bisbiglio
o ruvido periglio.
Vivide immagini
enunciano i cammini
in tortuosità le sfoglio
paura di rovinar, non voglio.
Macchie giallastre
contornano le lastre
da tempo abbandonate
ormai dimenticate.
Una lenta calligrafia
sforzo estremo di poesia
accompagna il cuore alla malinconia.
Angela Altavilla
Composta mercoledì 25 novembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di