Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Alfonso Ottomana

Abissi

Dedicando lo sguardo
agli strapiombi,
dove gli occhi infrangono l'equilibro
tra mare, costa
e raggianti onde.

Immergermi nel blu,
l'infinito non ha dimora,
provando una sensazione
di pace interiore.

Spingendomi verso l'abisso
mentre gli occhi vengono rapiti,
da interminabili riflessi e nazioni.

E nel momento in cui riemergi
tutto è sembrato un sogno.
Alfonso Ottomana
Composta lunedì 30 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta