Questo sito contribuisce alla audience di

È ancora tiepido
l'alone di te,
fiorito tra le stellate polveri
dell'ultimo, assorto firmamento.

Si leveranno petali
e accerchianti brezze
sugli orizzonti che
si rischiarano dinanzi alla mente,
alle loro prime luci.

Sapranno ancora di luna abbagliante
i rintocchi dei diurni riflessi
e nel silenzio dell'aurora
parleranno soltanto
quelle squillanti immagini,
rapite dall'immensità
dei loro battiti.

Ogni giorno ha le sue immutate forme,
ma sarà speciale se riusciamo
a patinarlo coi veli dorati
adagiati su di noi
in quel fuso, grondante,
nostro respiro.
Alessia Torres
Vota la poesia: Commenta