Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Alessandro Zamagna

Studente, nato lunedì 5 aprile 1993 a Cesena (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Alessandro Zamagna

E il treno partì

E quella voce soave
accarezzava morbida i timpani,
entrava senza bussare
nell'animo e nelle stanze
recondite e dimenticate
dell'ignoto umano.
E quella voce delicata
paralizzava e faceva volare,
sognare fra le nuvole bianche
e nei campi in aperta campagna,
s'insinuava leggera
fra gli sguardi persi
degli innamorati,
immobili nelle stazioni.

E il treno partì...
Alessandro Zamagna
Composta sabato 30 aprile 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandro Zamagna

    Sussulto

    Io guardavo te,
    tu guardavi me
    dolce fanciulla,
    scura la pelle
    pura e profumata.
    Che altro di meglio
    potevamo veder?
    Un breve sussulto poi la sofferenza
    breve il tempo del piacevole stupor,
    disillusione e calante pazienza
    come il sole sull'orlo del tramonto
    bacia il mar,
    spegne il mondo.
    L'occhio del bambino,
    brilla esplorando lo sconosciuto:
    ed ecco quel sussulto,
    illogico, intenso, occulto.
    Uno sguardo appena
    arriva l'amor
    come ogni altra pena.
    Alessandro Zamagna
    Composta martedì 19 aprile 2016
    Vota la poesia: Commenta