Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Alessandra Ferrari
Ricordo ancora quel giorno,
era inverno e c'era la neve,
all'improvviso compare un'ombra,
mi avvicino,... non è un'ombra,
è una piccola macchia nera in mezzo a una distesa bianca.
Aguzzo la vista, e scopro un cagnolino infreddolito.

Da quel lontano giorno ben sette meravigliosi anni passarono,
trascorsero avventure,
viaggi,
preoccupazioni.
ma soprattutto tanto affetto, e tanto amore.

Eppure... chi era?
Era solo un cane,

ma per me era più di un semplice animale,
... più di un amico,
... più di un compagno di avventure,
era qualche cosa di indescrivibile.

Ma era troppo bello... e non poteva durare per sempre...

Così da quel terribile giorno, non sentii più quella sensazione,...
non ci furono più avventure insieme a lui,
ma nel mio cuore
c'è ancora quel ricordo,
un piccolo batuffolo nero, per me indimenticabile.
Alessandra Ferrari
Composta sabato 2 gennaio 1982
Vota la poesia: Commenta