Tempo libero Tour Eiffel, 126 anni fa nasceva il monumento più famoso di Parigi

Tour Eiffel, 126 anni fa nasceva il monumento più famoso di Parigi

Era il 31 Marzo 1889 quando Gustave Eiffel presentò la sua opera all'esposizione universale di Parigi

0

E’ con un doodle che Google oggi, 31 marzo, celebra i 126 anni di uno dei monumenti più famosi in Francia e nel mondo: la Tour Eiffel.

Doodle google

Inaugurata a Parigi il 31 marzo 1889, dopo dopo ventisei mesi di cantiere – dal 1887 al 1889, precisamente, 2 anni, 2 mesi e 5 giorni – e appena in tempo per il successivo 6 maggio, quando aprì l’Esposizione universale del 1889 – nel centenario della Rivoluzione Francese –  per la quale la torre era stata pensata.

Il nome di Torre Eiffel (Tour Eiffel, in francese) venne usato solo successivamente e deriva dal cognome dell’ingegnere che ne aveva guidato la costruzione: Gustave Eiffel (che costruì anche la struttura interna della Statua della Libertà). Criticata fin dalla costruzione – alcuni parigini la definiscono ancora “l’asparago di ferro” – nel 1909 rischiò di essere demolita, ma fu risparmiata solamente perché si rivelò una piattaforma ideale per le antenne di trasmissione necessarie alla nuova scienza della radiotelegrafia.

Esposizione universale di Parigi

Indubbiamente è comunque considerata uno degli esempi di arte in architettura più straordinari e costituisce uno dei simboli di Parigi più rappresentativi nel mondo, tanto da essere proposta per le “Sette meraviglie del mondo moderno“.

Con i suoi 324 metri è la struttura in ferro più alta di Parigi: divisa in tre livelli aperti al pubblico, raggiungibili con l’ascensore – due, trasparenti, e con i meccanismi originali del 1889 – o con le scale – 1665 scalini in totale – poggia su quattro pilastri che formano una pianta quadrata. Nel centro di Parigi, davanti alla Senna, dal 1889 ha mantenuto e moltiplicato le sue funzionalità poiché oltre alla sua attrattiva turistica – conta una media di circa cinque milioni e mezzo di turisti all’anno – è anche usata come supporto per le antenne di trasmissione radiotelevisiva e osservatorio meteorologico e, dal 2015 grazie all’installazione di due pale eoliche, anche simbolo “green“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here