Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Enzino Ferlita
L'intimità credo sia qualcosa che si raggiunge con la costante reciproca ricerca, l'uno nell'altro, sfiorandosi l'anima a vicenda, con una gentilezza leggera che non graffia, una carezza di fiducia nel rispetto del cuore che si tocca... non è una chiave per aprirsi, ne una cosa che si offre... è la condivisione di sé stessi con qualcuno che in quel momento vuole solamente noi.
Enzo Ferlita
Composto lunedì 15 ottobre 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Enzino Ferlita
    Per capire se tieni veramente a qualcuno devi provare ad immaginare la tua vita come se non ne avessi la necessità. Se puoi farlo, quella persona è importante perché tu puoi lasciarla libera. Se non ci riesci, sei tu che non sei libero, perché stai vivendo la sua vita non la tua.
    Enzo Ferlita
    Composto domenica 22 settembre 2019
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Enzino Ferlita
      Cerca di uscire con la mente dalla persistenza dei tuoi ragionamenti. Sostituisci con la speranza la mancanza di un idea. Proietta col pensiero un'immagine di te con una nuova prospettiva... Troverai proprio in quell'estraniarti da te stesso, un'energia che non sapevi di possedere.
      Enzo Ferlita
      Composto venerdì 27 settembre 2019
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Enzino Ferlita
        Tanto io non sono fatto per le situazioni senza via d'uscita, quelle in cui non esiste nemmeno la speranza, le vedo come un agonia. L'Amore non è un interruttore che si può scegliere di spegnere quando lo vuoi tu. È un onda tempestosa che ti sorprende e ti travolge sempre quando meno te lo aspetti e soprattutto quando non esiste una possibilità o almeno l'illusione, diventa qualcosa a cui non ti puoi opporre, puoi solo sperare che non accada o che finisca senza troppi danni. Anche fosse solo dedicato o sussurrato sotto voce per non essere indiscreto, l'Amore non ti uccide solo quando è corrisposto, perché si nutre di speranza e di condivisione. L'Amore ci fa soffrire quando riceviamo la pietà come risposta al nostro mendicare un attenzione. E se sbagliamo l'indirizzo possiamo solo cercare di fuggire, sperando che in questo modo giungeremo prima al giorno in cui non ci penseremo più. Chi avrebbe mai la forza di smettere di Amare chi sentiamo o chi vediamo tutti i giorni? Chi avrebbe mai il coraggio di deporre ogni speranza potendo starle accanto sempre? Sentendo il suo profumo a un metro di distanza o temendo di morire ogni volta in quello sguardo. Io ci ho provato fino in fondo a resistere, a illudermi di riuscire a mutare ciò che sento, ma non ce la faccio più, mi arrendo. Perché alla fine Amare non è una sofferenza... soffriamo solo quando ci rendiamo conto che il nostro Amore non avrebbe senso.
        Enzo Ferlita
        Composto lunedì 30 settembre 2019
        Vota il post: Commenta