Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Cenerino
Oggi, nella notte di San Pietro mi accingo a far dell'uovo il mio veliero. Non più tu sei al mio fianco per gioir in alba del responso. T'amo ancor ma di un maledetto rimpianto che non vuol svanire. Or dunque preparo, il cristallino vaso, quella brocca che un giorno fu, di promesse riempita, al nostro amor consacrata. Infranto ormai è quel sigillo di propositi a noi dedicati che, stanotte, io lascio al passato. Ora io prego, a San Pietro, che il soffio di questa rugiada al mattino dispieghi le vele verso un ignoto risalir a viver d'amor senza te. Qui stanotte ti chiedo: Sia per me uno splendido anno in gioia prospera e serena, anche di lei rammenta questa preghiera, riporta ad entrambi la spensieratezza d'un tempo. In fondo la vita va avanti ed il mondo, di gioir a bisogno mio carissimo Santo.
Composto domenica 28 giugno 2020

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Cenerino

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti