Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Mad Poet
Come si fa a prendere sonno, se nel silenzio ovattato di una notte senza stelle, il bisbiglio di un pensiero riecheggia roboante nella testa, inquietando la tranquillità che domina l'anima, quando la ragione regna sovrana e il cuore dorme in attesa? Il sentimento raggiunge il suo acme: diventa ossessione, né più, né meno, che passione; né più, né meno che amore. E il sonno più non fu che lieve spossatezza, scomparsa al ricordo dei suoi occhi; estinta alla memoria del suo sorriso; sepolta nel pensiero di lei.
Vincenzo Francesco Mercurio
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Mad Poet
    Giochi di sguardi, sorrisi tristi, emozioni che ci lasciano col fiato sospeso. Sospesi a metà tra l'inferno e il paradiso, io e te, amanti che muoiono nello stesso sospiro. Io e te, da soli in un mondo triste e vuoto, da quando il nostro amore non percorre più queste strade solitarie, da quando i nostri destini hanno sciolto il loro abbraccio. Il mondo è un posto un po' più triste. Il mondo è un posto un po' più buio.
    Vincenzo Francesco Mercurio
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Mad Poet
      È incredibile come, a volte, ci si prospetti un avvenire sorprendentemente radioso e il modo in cui, altre volte, quello stesso futuro ci sembri oscuro come la pece e funesto come la morte. È la percezione a sancire il sottile confine tra realtà e illusione; sono i sensi a stabilire ciò che è ciò che non è. Essere o non essere: una linea tenue come la nebbia che svanisce all'alba. Sottile distinzione tra verità e menzogna, l'apparire: unico brevetto in una realtà in cui tutto è il contrario di tutto e nulla è.
      Vincenzo Francesco Mercurio
      Vota la frase: Commenta