Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Franco Paolucci

45 anni di attività edilizia, nato lunedì 8 ottobre 1928 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Paolucci
Per ogni creatura vivente il problema è da sempre: dedicare la propria esistenza alla propria conservazione fine a se stessa, o per un fine più alto? Gesù, rivolto alla stirpe umana, già dotata di sufficiente consapevolezza, indicò una via e una meta, raggiungibile mediante la conservazione individuale di una sorta di purezza primigenia, da accoppiare al mantenimento cosciente dello stupendo fenomeno della vita, di cui va riconosciuta l'universalità. Siamo perciò tutti singolarmente molto preziosi come fautori di una marcia globale umana, durante la quale si perfezionano i singoli e l'insieme, quali elementi certi, atti a garantire a se stessi e ai posteri le metamorfosi idonee con cui perpetuare la vita.
Franco Paolucci
Composta domenica 1 maggio 2016
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Franco Paolucci
    La storia umana illustra un atto involutivo o evolutivo? Stiamo migliorando o stiamo peggiorando? Stiamo trovando una direzione o l'abbiamo perduta? Ci stiamo specializzando o siamo ancora aperti al cambiamento? Ci realizzeremo o ci bloccheremo come i coccodrilli, i pescecani, gli ornitorinchi e altre specie? La lotta è un atto immanente in cui conta essenzialmente la fiducia.
    Franco Paolucci
    Composta lunedì 25 aprile 2016
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Franco Paolucci
      Gesù di Nazaret sollecitava, chi gli dava ascolto, a prendere coscienza che l'Umanità stava svolgendo una funzione impostale dall'Alto: - metamorfizzare il mondo esistente, dalla prassi insoddisfacente, ispirando le opere personali al rispetto della Legge Mosaica, incrementando il proprio "Senso del Dovere" e vivacizzandola con tolleranza e "Amore reciproco". Gesù delineava, a un intero popolo, una marcia affiancata e globale, di una durata indefinibile, al termine della quale ci sarebbero stati nuovi rapporti interpersonali e una nuova terra, frutti di una fatica edificatrice lenta ma incontrovertibile, effettuata strada facendo. Quanto sopra è tutt'ora valido e in essere.
      Franco Paolucci
      Composta sabato 16 aprile 2016
      Vota la frase: Commenta