Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi celebri di Antonio Pistarà

Optometrista, Ortottico, Diagnosta., nato sabato 24 dicembre 1977 a Catania (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: ANTONIO PISTARA
Ai miei occhi appari come la somma dei riflessi di mille diamanti che accecano i miei occhi, come il concentrato della brezza prodotta dalla forza di mille uragani, buona come il profumo del pane appena sfornato in un "forno" circondato e fuso dal profumo di rose, come un bicchiere di rugiada raccolta che ritempra la mia anima. Povere le mie labbra: troppo deboli per resistere al tuo unico ed inconfondibile richiamo all'amore, alla felicità, al contatto.
Adesso siamo uno di fronte all'altro: le tue labbra sfiorano le mie grazie all'aria che le attraversa accarezzandole e come in un attimo i sensi si perdono nel "fulmine" folgorante per il corpo e la mente che il nostro contatto crea: "il bacio".
Antonio Pistarà
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: ANTONIO PISTARA
    Ognuno di noi ha un angelo protettore: egli è il prodotto della nostra "apertura mentale". Tanto più siamo predisposti, nella vita di tutti i giorni, all'ascolto, alla carità, all'accettazione della sofferenza e dell'altruismo, tanto più il nostro angelo protettore si manifesterà nel modo più intenso ed evidente possibile regalandoci la capacità di emozionarci regalando il più puro dei sentimenti: "l'amore".
    Antonio Pistarà
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: ANTONIO PISTARA
      La natura è l'esempio per l'umanità di quanto il prodotto dell'uomo sia ridotto miseramente ad un confronto subordinato e di sudditanza di fronte ad ella ed alla sua perdurante bellezza.
      Che sciocco e che enormi limiti ha l'uomo; progressivamente si sta privando di ciò che lo compone e che sarà causa della sua smaterializzazione: "la natura".
      Antonio Pistarà
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: ANTONIO PISTARA
        Chi si accontenta non gode dell'unico grande significato del nostro "unico" passaggio su questa terra; dare significato ad ogni istante in cui la stessa incede senza sosta per regalare ai posteri una traccia del nostro passaggio.
        Ognuno nel suo piccolo può perseguire ciò basta convincersi che l'imperseguibile è un limite che ci creiamo ed imponiamo noi nel non combattere giorno per giorno la battaglia più grande: quella della vita!
        Antonio Pistarà
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: ANTONIO PISTARA
          Ogni tanto penso a quanto può la mente umana essere davvero stupefacente, ma anche meramente disumana; siamo capaci di disumanizzarci dall'umanità che ci è stata concessa; mi rivolgo a tutte quelle persone che praticano o hanno subito l'annientamento prodotto successivamente nell'abbandonare o nell'essere abbandonati; siano esse appartenenti al mondo animale, umano o frutto della natura: l'innaturalità di tale comportamento porta anche un essere umano ad abbandonare il frutto dell'unica incredibile reale virtù dell'uomo: "la capacità di procreare e di riprodursi".
          Abbandonare vuol dire lasciar perdere ciò che si ha, si è prodotto, si ha avuto in senso assolutistico e, chi è capace di ciò, merita a sua volta l'abbandono.
          "Abbandonare per essere abbandonati (prima o poi)"...
          Antonio Pistarà
          Vota la frase: Commenta
            Scritta da: ANTONIO PISTARA
            Il tempo in cui viviamo oggi tende a consumarci dal consumismo a smaterializzarci dalla ricerca disperata di aggiungere materia alla materia, apparenza all'apparenza, esasperazione nella ricerca del concetto comune e trainate di ciò che è e di ciò che non è riconosciuto dai più, consumazione dei giorni passati nell'inettitudine di un'apparenza ingannevole e meramente priva di supporti nelle relazioni umane e comportamentali.

            L'abilità sta nel trovare il "canale conduttore" che delinei i marcatori essenziali per la sopravvivenza a tutto ciò; ognuno deve trovare il suo attraverso la differenziazione, la non omologazione comune, l'originalità dell'accettazione dell'essere come si è con il perseguimento della "differenziazione" che ognuno, nel suo piccolo può ottenere sia egli un nobile borghese o un mercante di stracci.

            L'abilità sta nell'essere uomini nel momento in cui "l'uomo", (sia egli donna o uomo), smette di essere tale nei nostri confronti e di esserlo con forza nuova quando vi è un confronto alla pari con i propri simili.
            L'abilità è un mezzo: non un fine!
            Antonio Pistarà
            Vota la frase: Commenta